Ratatouille

Bon ton- seconda parte: luoghi pubblici

bon ton

Purtroppo faccio parte del gruppo di persone che non si possono permettere solo taxi o auto con tanto di autista, nè vivo o lavoro spersa nella campagna dove l'utilizzo della bicicletta non vuol dire automaticamente rischio di morte tra smog e automobilisti cafoni. Dunque spesso, per non dire quotidianamente, sono a stretto contatto con persone dituttiitipidituttiigeneri sui mezzi pubblici. E da lì questo post!

bon ton
bon ton

1. E' buona educazione sedersi composti, senza invadere il sedile altrui con la vostra giacca, borsa, pc, gomiti. Gli spazi sono contati e spesso non troppo comodi, non a tutti fa piacere essere toccato in continuazione da estranei.

bon ton

2. Vestirsi adeguatamente, ricordatevi sempre che siete in un luogo pubblico. Va da sè che l'igiene fa parte dell'ABC

bon ton

3. Cibo e bevande: limitarsi con il tipo di cibo che consumate nei luoghi chiusi, tipo bus o treno, mangiate e bevete con moderatezza.

bon ton

4. Tono di voce: non a tutti interessano i fatti vostri! se state conversando con i vostri compagni di viaggio moderate il tono di voce e ricordatevi che probabilmente la maggior parte delle persone sta ascoltando i vostri discorsi. Volente o nolente a volte.

bon ton

5. Telefonino: esiste la vibrazione e le cuffiette (vogliamo parlare delle musiche ad alto volume?), e soprattutto il tono di voce durante la conversazione va tenuto basso. Contegno gente, contegno. Perchè non preferire piuttosto un buon libro, una piccola agenda per appuntare i pensieri o guardare il panorama??

bon ton
bon ton

Ricordiamoci che spesso ci si incontra di primo mattino, o che comunque a volte è sufficiente il rispetto dell'altro o una piccola gentilezza per non guastare la giornata di chi ci siede di fronte. E che spesso il bene porta bene.

bon ton

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *