Era una notte buia e tempestosa Scrivere

Custodire il momento

Marocco

Il profumo, un movimento nell’aria e percorre tutto il corpo, arriva dentro e le sensazioni riaffiorano, le immagini, e sognare ad occhi aperti. L’elettricità del primo tocco, guardarsi, non avere mai voglia di smettere, le nostre carezze. Voglio essere la tua calamita. Baciami, baciami, baciami e lasciami senza respiro, fammi battere il cuore a mille, ho bisogno delle tue labbra, delle tue mani su di me, della tua voce calda che parla del nostro amore. Di noi se esiste un noi. Esiste? Tornare ad essere insicuri, solo un pochino.

Fermeresti questo momento? Possiamo fare come se fossimo in un film e mettere e rimettere lo stesso frame? Quello dove lei arriva in stazione, nel grigiore della città, lui la aspetta sulla banchina, il cuore accelera i battiti, il cercarsi tra la folla, tra decine di persone, chi dei due vedrà prima l’altro? Riconoscersi, trovarsi di nuovo e il tornare a respirare, dove eri stato ossigeno fino a questo momento?”

Lasciamo la quotidianità, facciamo che basta il nostro amore a soddisfare la fame, la sete, facciamo che le tue braccia diventano la mia casa, dove i nostri baci sono le uniche bollette da pagare, dove leggere, parlare, amarsi è l’unico lavoro da svolgere, dove la mente viaggia leggera e si nutre solo di arte, filosofia e letteratura. E passare da un libro a te, alla tua pelle, far correre le mie dita ogni singolo centimetro del tuo corpo e stropicciare le lenzuola, lasciare i nostri odori, la mia lingua che ha sempre più desiderio di intrecciarsi alla tua, le tue orecchie da mordicchiare, i gemiti e le parole sconce, qualche piccolo schiaffo e la passione che ti leva la ragione. Ma a noi non serve più avere i piedi per terra, che senso avrebbe adesso che siamo su questa nuvola e guardiamo giù gli altri semplici mortali. 

Poi sfamati del nostro amore usciamo, andiamo su quella collinetta da dove si vede dall’alto la città, hai portato il cestino con il vino, la baguette e il formaggio che proprio non dovrei mangiare ma è così buono, soprattutto quando me lo prepari tu; portiamo il cavalletto e mi metto a dipingere, perché nel frattempo sono diventata brava mentre tu mi leggi un libro e mi parli con quella tua voce calda raccontandomi dei massimi sistemi, di antichi filosofi, di registi, delle tue passioni, quindi di me. E quando abbiamo preso abbastanza aria fresca e il sole inizia a calare, ti va di rincasare? Ci potremmo fermare prima a salutare quel tuo amico artista, l’ho sentito ieri, vorrebbe mostrarci la sua nuova installazione, oppure andiamo nel caffè sotto casa, beviamo qualche birra ghiacciata ma non facciamo troppo tardi che la gatta ci aspetta a casa, sai l’ho vista l’altra sera, era salita sul tetto e aspettava sotto la luna. Credo si sia innamorata, l’ho notato da piccoli segnali, sai che la conosco bene: il pelo sembra ancora più morbido - secondo me trascorre ancora più tempo a farsi bella, come se fosse possibile esserlo ancora di più-, ha uno sguardo diverso dal solito, il verde dei suoi occhi è diventato di uno smeraldo intenso e l’altro giorno, quando batteva la coda con nervosismo mentre io le parlavo e le facevo come sempre, i complimenti per quanto è bella, sembrava quasi che volesse dirmi: “ sto contando le ore che mi separano da lui, perché i minuti diventano ore quando gli sono lontana? Perché il sole sembra non voglia tramontare mai e quando mancano pochi minuti ai nostri appuntamenti, il respiro si fa più affannoso fino a quando, da lontano, riconosco la sua figura e a volte, quando lo vedo penso finalmente eccolo, a volte sto anche peggio. Sarà che quando ci vediamo è come incontrare un altro aspetto di lui, una personalità non così diversa ma piuttosto una di quelle tante sfaccettature  della stessa e talvolta non tutte sono rassicuranti. Anzi." Ho capito tutte queste cose sai, solo guardandoci negli occhi io e lei, ha anche tirato un lungo sospiro ad un certo punto, socchiuso un pochino lo sguardo e volto il viso verso l'imbrunire del giorno."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *