A spasso con Babi Giappone work in progress

LOADING Japan

LOADING Japan

Finalmente il giorno sta per arrivare: la partenza per il Giappone! Anni di attesa, di letture e preparazione, talmente sognato che stento a crederci 🙂 Ad agosto partirò, per dieci giorni in solitaria con l'idea di vivermi soprattutto Tokyo, qualche giorno Kyoto e un paio di escursioni nei dintorni.

Non ricordo bene quando sia nata questa mia passione, probabilmente è cresciuta piano piano davanti ai film di Miyazaki, o divorando le numerose miso soup, semplicemente adoro questa loro cultura (sì, per certi aspetti piena di contraddizioni), così ordinata, profonda nelle tradizioni.

Ho scelto di fare questo viaggio oltre-oceano per la prima volta da sola, sono certa che i giorni voleranno, sto pianificando le mie giornate nei dettagli e ho pensato di scrivere questo primo post per raccontarvi come mi sto preparando. Ovviamente leggendo su mille e più fonti, un paio di guide classiche cartacee, sul libro della Pina che ho adorato!, moltissimo on line su alcuni blog che seguo quotidianamente e da siti dedicati.

Ecco cosa fare prima della partenza:

  • VOLO: leggevo ovunque che sarebbe meglio prenotarlo circa 4 mesi prima; in realtà stavo monitorando i prezzi da inizio anno e ho prenotato a metà giugno ad esattamente le stesse cifre di gennaio. Purtroppo potrò andare solo ad agosto, quindi si sa, i prezzi sono leggermente più alti rispetto al resto dell'anno.
  • HOTEL e affini: sia a Tokyo che a Kyoto la scelta è ovviamente ampissima, si trovano accomodations di tutti i tipi e per tutte le tasche. Io ho scelto di provare le "brezza" delle capsula hotel (sconsigliate ai più claustrofoci), semplicemente per me sarà una nuova esperienza.. e un bel risparmio! Quella di Tokyo sarà con annessa libreria, le foto già mi fanno sognare! Per le grandi città che non conosco generalmente mi baso sulla comodità degli spostamenti tramite la metro e dal centro o dalla stazione.
  • INTERNET: ci sono due diversi modi per rimanere sempre connessi (cosa obbligatoria per potersi muoversi in totale libertà e sicurezza, ovviamente) pocket wi-fi, soprattutto utile se si è più di una persona, oppure una sim dedicata giapponese. Io ho scelto quest'ultima opzione e non appena atterrerò in aeroporto andrò a ritirarla (e possibile prenotarla e pagarla prima e infine restituirla prima di partire inserendola nella busta preaffrancata e compilata che vi consegneranno all'arrivo).
  • MONETA LOCALE- CAMBIO: non tutte le carte di credito e bancomat vanno bene in questo paese dell'Oriente, il consiglio è di prelevare in aeroporto (c'è il cambio migliore) e in alternativa presso i 7eleven o atm.
  • MEZZI DI TRASPORTO: valutate bene se acquistare o meno il pass JRP per i vostri viaggi. E' possibile acquistare questo per gran parte delle tratte in treno, compresi quelli ad alta velocità. Si può acquistare dall'Italia e attivarlo direttamente in loco, per 7- 14 -21 giorni ed è un pass riservato esclusivamente per gli stranieri! Personalmente non mi converrà acquistarlo, quindi prenderò i biglietti singoli, sempre prenotando i posti. Per quando riguarda il resto, acquisterò una tessera Suica o Pasmo, caricandola potrò andare tranquillamente lungo la complessa (forse è l'unica parte che mi da un pò da pensare, considerando il mio senso dell'orientamento) rete di metro a Tokyo e per i bus di Kyoto.

E con questo direi che le cose principali saranno sistemate, non mi resta che pianificare le giornate, perdermi poi tra i quartieri di Tokyo, rincorrere le geishe a Kyoto, accarezzare i cervi di Nara, andare in visita al museo Ghibli, partecipare ad un tour sul sakè, guardare un incontro di sumo! Godere delle tradizioni giapponesi, portando a casa il massimo da questa esperienza che, lo so già, mi rimarrà dentro a lungo.

I siti  e blog da cui ho preso ispirazione:

viaggiare in Giappone

su-goi

the lazy trotter

conosco un posto

maricler

 

loading Japan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *