Era una notte buia e tempestosa Giappone work in progress Leggere

“I love Tokyo” – La Pina

I love Tokyo

Avete presente quando iniziate a leggere un libro e sperate che non finisca mai? Sì certo che avete presente. Ecco a me però con una “sorta” di guida turistica non era mai capitato. Sarà che l’ha scritto la Pina, sarà che è scritto con il cuore, sarà che sono “in fissa” con il Giappone, anno dopo anno e non ci sono ancora andata! E io che avevo acquistato questo libricino con leggerezza, pensando, ok sì, sarà una guida su Tokyo. Non credevo che mi avrebbe travolta così tanto da mettermi a cercare subito voli per la capitale del Giappone e andare a rompere il porcellino per vedere se per caso non ne uscisse un tesoro (e no, non è uscito no).

Ma andiamo con ordine. Io sono ascoltatrice praticamente solo ed esclusivamente di radio Deejay da credo, ehm, 30 anni! Quindi avevo sentito di questa imminente uscita già da qualche settimane, la prenotazione in prevendita è stata per me d’obbligo e via poi, libro divorato in un batter d’occhio. I love Tokyo è una guida (anche se dire guida è decisamente minimizzare!)redatta dalla Pina e da Emiliano Pepe (come hanno giustamente detto ad un’intervista durante Deejay Chiama Italia, un libro 2.0 in quanto provvisto tramite QR Code, di colonna sonora) sulla capitale del Giappone:

1.       Adoro letteralmente la grafica

2.       Sarà che sono sempre stata affascinata dalle lingue straniere ma, non solo mi sono annotata il piccolo vocabolario giappo e lo cerco di utilizzare il più possibile quotidianamente, ma ovviamente sono anche andata di corsa in biblioteca per prenotarmi un corso di giapponese (tra le tante tante tante cose che vorrei fare)

I love Tokyo

3.       La guida è pratica, divisa tra spostamenti& pernottamenti, cibo& beverage, una settimana pianificata a Tokyo. E non solo ovviamente, ti introduce alla cultura giapponese nel modo stiloso che solo la Pina ha. Mentre lo leggevo in metro mi pareva di averla seduta da parte a tirarmi le orecchie di non alzare la voce mentre si soggiorna in Giappone, di rispettare i loro usi e costumi, di farmi travolgere dalle loro stranezze.

4.       Molto carini gli interventi inseriti all’interno, altri punti di vista su diversi argomenti e il contributo di Emiliano.

Io ero già evidentemente attratta dal loro mondo e forse lei ha colto nel segno, forse nel momento giusto? In realtà e sempre il momento giusto per viaggiare e ancora di più per scoprire nuovi usi e costumi e sì, il Giappone mi ha da sempre catturata probabilmente per tutte le qualità e particolarità elencate in questo fantastico libricino. Il loro rispetto misto a follia, i loro colori, le loro stravaganze, l’ordine, il cibo!!! E allora, cosa ci facciamo ancora qui?!

I love Tokyo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *