Il pranzo è servito Veggie style

Passione China: 5 locali top in zona Loreto

cinesi Loreto

Essermi trasferita in zona Loreto per motivi lavorativi ha avuto alcune svolte positive, tra cui frequentare la zona Nolo, piuttosto ricca di locali cinesi. Ecco alcuni locali testati e piuttosto diversi tra loro, sia come regione di provenienza che come stile.

Le Nove Scodelle

(viale Monza, 4 - Milano)

Ingredienti della cucina della regione di Sichuan uniti ad ingredienti a km zero: il risultato è un centro nel bersaglio, in un'atmosfera moderna, pulita e semplice, tra tavolate in legno e sgabelli. Io ho ovviamente provato un menù rigorosamente veg, assaggiando il tofu casereccio marinato in salsa di soia e sesamo (e dopo aver degustato il vero tofu in Giappone, è facile riconoscere i buoni ingredienti), ravioli al vapore con verdure, fagiolini rosolati in wok con tofu, peperoncino, zenzero e verdura fermentata essicata e melanzane stufate.

Ovviamente uno dei loro piatti forti sono le Jiu Wan (nine bowls): anche per gli "spiriti" più avventurosi, soprattutto per quanto riguarda il piccante, pare che alcune delle 9 scodelle siano particolarmente "accese". Il servizio è rapido e cordiale, prezzo compreso di vino, circa 20-25 euro a testa.

le nove scodelle

credits Le Nove Scodelle

le nove scodelle

credits Le Nove Scodelle

Tiglio

(via Giulio e Corrado Venini, 54 - Milano)

Piccolissima trattoria, dall'atmosfera intima, 10 coperti al massimo, ci si sente a casa. Dedicate la serata a questa cena trascurando l'orario, non è un ristorante mordi e fuggi, essendo gestito da una ragazza con tipica cucina casalinga, dopo essersi trasferita da Beijing. ed aver aperto il suo "salotto" agli ospiti.

I piatti sono delicati e dal gusto armonioso come l'atmosfera che si vive una volta varcata la soglia, il menù cambia secondo la disponibilità degli ingredienti. Fatevi raccontare la storia dalla proprietaria, ne rimarrete affascinati. Largo spazio al menù vegetariano. 

Tiglio

Impressione Chongqing

(via Benedetto Marcello, 34 - Milano)

Atmosfera molto spartana, menù infinito, principalmente ricco di interiora, polmoni e altre parti inimmaginabili se non in un libro di anatomia. Ma nulla ci spaventa quando si tratta di solcare nuovi confini e i sapori provati in questo ristorantino (veramente economico, non più di 20 euro a testa), sono davvero per i caratteri decisi. Cucina della regione dello Sichuan, abbiamo provato diverse combinazioni di riso, tofu, verdure, tutto sapientemente condito da soia, sesamo e piccante, decisamente promosso (consigliato a chi ha n palato e gusto deciso).

Wang Jiao

(via Felice Casati, 7 - viale Col di Lana, 14 - via Padova, 3 - via Lomazzo, 16 - Milano)

Cucina che prende ispirazione dalla vicina Hong Kong, conosciuto ai più per la sua famosa pentola di fuoco ricca di tantissimi ingredienti esaltati da un vigoroso tocco di piccante (chiamiamolo tocco!), ha un ricchissimo menù dai sapori tipici ma ugualmente leggeri e definiti. Ne uscirete molto sazi con una spesa media a testa di soli 20 euro. Obbligatoria la prenotazione perché sempre pieno, qualsiasi giorno della settimana. Decisamente inserito nella mia top 5.

Maoji

(Piazza Aspromonte, 43 - Milano)

Localino dall'arredamento moderno con mattoncini a vista, insegne luminose che non passano inosservate, clientela principalmente orientale, Maoji presenta un menù ricco, di carattere, il vero street food cinese. Noi abbiamo provato i ravioli verdi ripieni di edamame, tagliatelle fresche, melanzane e patate saltate fino al dolce con le polpette di riso e le banane caramellate. Prezzo con birra circa 25 euro a testa, esperienza da provare.

Maoji
Maoji
Maoji

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *