A spasso con Babi Buon viaggio

Stupiscimi sempre! Istanbul andata e ritorno

Istanbul

GIORNO 1: partenza tra i copiosi fiocchi di neve in una gelida Milano di inizio marzo, ore 6.30 del mattino. Enjoy e le sue macchinine non collaborano, un caffè americano troppo desiderato e un'inspiegabile folla di viaggiatori verso l'aeroporto di Orio al Serio, rischiano di farci dubitare nella nostra buona stella e invece eccoci! finalmente cinture allacciate e via, si parte per la colorata Istanbul.  Dopo qualche ora di volo, mentre siamo nuovamente su un piccolo bus, in mezzo al traffico e con una coinvolgente musica turca in sottofondo, si presentano all'improvviso davanti ai nostri occhi le prime costruzioni tipiche dell'età bizantina, il Corno d'Oro, lo stretto del Bosforo: noi senza parole, la musica e il rumore della città ci avvolgono.

Istanbul
Istanbul

Ed ecco è già sera e, dopo essere state accolte all'ingresso, dal micio dell'hotel situato nel centro della città ai piedi della torre di Galata, siamo presto perse tra la folla del venerdì sera: risate, chiacchiere di donne e uomini che si tengono sotto braccio, profumi e piccole vie che si diramano davanti a noi. Ci infiliamo in un colorato localino e io scopro con piacere che la cucina turca è simile, per alcuni aspetti, a quella greca. E allora che hummus sia, melanzane, salse allo yogurt e via, spezie come non ci fosse un domani. E loro così disponibili, accoglienti, pronti a soddisfare tutte le nostre curiosità sul luogo, i ragazzi fuori dalle sale da tè, seduti a fumare narghilè, e noi camminiamo, con il naso per aria, su e giù per le stradine tortuose.

Istanbul
Istanbul

Credits by Clarice Missy Clara

Istanbul

Credits by Clarice Missy Clara

Istanbul
Istanbul
Istanbul
Istanbul

COSA VEDERE:

Sultanahmet, con la Piazza dell'Ippomodro, la Moschea Blu e Aya Sofia. L'unione di Occidente e Oriente, Asia e Europa: uno delicato equilibrio di culture e ricchezza, questa è Istanbul.

Mercati: ovunque, a qualsiasi ora, pieni, ricchi e rumorosi. Magnifici, e i turchi sono educati e gentili: comprate spezie, tappeti, lampade colorate, non potete tornare a casa senza la mano di Fatima e l'occhio di Allah. Il Grand Bazar è stupendo, contrattate e assaggiate tè e altre prelibatezze locali!

Ponte di Galata: la passeggiata è rilassante, con il vento, i gabbiani e i pescatori che sonnecchiano al tramonto. Se avete tempo prendete il traghetto e godetevi la città da un altro punto di vista.

Hammam: fatevi conquistare dalle tradizioni turche e godete dei trattamenti di bellezza grazie al loro magico tocco e prodotti.

Istanbul
Istanbul
Istanbul
Istanbul
Istanbul
Istanbul
Istanbul
Istanbul

Ci tornerò presto perchè...

Sono rimasta affascinata e stupita da questa capitale così ricca, da questo popolo gentile, forse era il momento giusto per questa conoscenza, o forse allora è vero che non sono solo un'amante dei paesi del nord! e che ho ancora tutto un modo da scoprire..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *