A spasso con Babi Buon viaggio

Perdersi e ritrovarsi. A Venezia

Venezia

Venezia e le sue calli, Venezia e i suoi ponti, le grida dei gondolieri, le folle di turisti, Venezia e la sua personalità unica e indimenticabile. A Venezia non servono guide e cartine, i cartelli con le indicazioni: inutile combattere contro il labirinto di calli e di campi, Venezia va vissuta vagando, perdendo il senso dell’orientamento, va conosciuta a piedi, attraversando i ponti, guardando l’acqua che scorre, accogliendo tutta la sua malinconia, Venezia va respirata in tutti i suoi odori e profumi che la contraddistinguono.

Sono praticamente cresciuta, a spizzichi e bocconi, in questa città da dove provengono le mie radici. Eppure ogni volta che ci torno rimango incantata, a bocca aperta, ogni volta mi sembra diversa, ogni volta mi perdo nella sua bellezza eterna.

Amo Venezia perchè... ne subisco totalmente il fascino, in tutti i suoi evidenti difetti e ovviamente anche nei suoi pregi; quando passeggio tra le sue calli mi sembra di essere in un film, la protagonista di un romanzo vittima dell'incantesimo della bellezza irresistibile di questa città.

Venezia

A SPASSO

Venezia è Venezia e tutto è mito… vai per le calli e trovi i tesori. Tappe obbligate: San Marco, Riva degli Schiavoni, zona dell’Arsenale, ponte di Rialto, ponte dei Sospiri. Isole di Murano e Burano… non mancate di visitare il Palazzo Ducale e annesse prigioni, e poi salite sul campanile è davvero bello e suggestivo. Affascinante e poco conosciuta è la Scala Contarini del Bovolo che fa parte del “museo segreto” di Venezia.

Ma il bello è girare per calli e campielli (da non mancare Campo S. Stefano) e tutte le botteghe di libri, antiquari e oggetti antichi. Immancabile infine il tour in gondola, ce n’è per tutte le tasche: per chi non vuole spendere troppo è possibile fare anche un giro del canal grande con il vaporetto linea 1 o una attraversata nelle gondole traghetto che fanno la spola da una parte all'altra del canal grande in alcuni punti (50 cent a tratta).

Per un modico prezzo di entrata, consiglio di visitare con audio guida, il Teatro la Fenice: splendente, unico e luccicante, scoprite la storia della fenice più famosa del mondo. E per i più acculturati la Scuola Grande Arciconfraternita di San Rocco.

tramonto a Venezia

DOVE DORMIRE

Casa per ferie Santa Maria la Pietà è un ex Istituto Provinciale per l’infanzia, ora adibito ad albergo. La sua ubicazione ad un minuto dalla Riva degli Schiavoni, è strategica, facilmente raggiungibile sia a piedi che tramite le imbarcazioni. La stanza della colazione che si trova all’ultimo piano e si affaccia sui tetti di Venezia, è attigua alla terrazza da cui si può godere di una vista mozzafiato su tutta Venezia, tra cui le suggestive cupole delle Chiese di San Zaccaria, dei Greci, della Madonna della Salute e di San Marco.

Tariffe: camera singola euro 53,00- camera doppia euro 98,00 – sono disponibile anche camere multiple da 4 a 8 posti letto a partire da euro 38,00.

La Foresteria Valdese, Palazzo Cavagnis. A pochi minuti dal Ponte di Rialto, si trova nel cuore di Venezia, in un ambiente accogliente e confortevole in un piccolo palazzo veneziano settecentesco. Alcune stanze hanno dei magnifici dipinti e godono di vista sul canale.

Tariffe: posto letto in camera multipla euro 31,00- camera doppia euro 92,00

Suggerisco anche la prenotazione in qualche B&B, c'è sempre qualche occasione.

uno spritz a Venezia

MANGIARE&BERE

Tra i locali più caratteristici ed interessanti c’è la trattoria Dalla Marisa (Cannaregio 652b, vicino al Ponte delle Guglie, tel. 041 720211). Si mangia e si beve bene e a volontà, prezzi modici, cibo sano e fresco, soprattutto per chi adora il pesce. Consigliati baccalà con polenta. E’ un locale alla mano ma sempre sovraffollato, obbligatoria la prenotazione.

A Venezia è consigliato pranzare con “cicchetti” nei bacari (panino con porchetta, con musetto, con baccalà mantecato, i famosi tramezzini). Tra le più famose la Rosticceria a San Bartolomeo (Calle de la Bissa 5424, Campo San Bartolomeo) con fritturine senza pari e Enoteca Boldrin (Cannaregio 5550) dove uno spritz e qualche cicchetto sono “d’obbligo”.

Imperdibili e da sogno per la mattina le brioches al latte da Immagina Cafè, zona Dorsoduro; mentre per una merenda di metà mattina o pomeriggio, consigliamo di fare tappa in pasticceria da Rosa Salva vicino a San Marco, perfetta anche per fare l’aperitivo perché gustosissimi sono anche i tramezzini.

Per gli "alternativi" come me, nessuna difficoltà! Sono stata recentemente e ovunque i ristoratori sono pronti ad offrire cibi veg, anche come cicheto. Un otto + ai veneziani, che da città del turismo quale è, hanno saputo innovarsi e offrire ampia scelta anche per vegani, celiaci ed intolleranti.

Se invece siete alla ricerca del pesce fresco in questa città di mare, consiglio una piccola rosticceria con anche qualche tavolo per cenare proprio in pescheria a Rialto; fa solo piatti a base di pesce serviti su simpatici piatti usa e getta: si chiama Prontopesce. E' moderno, buono, il locale è piccolino ma curato e pulito; il cibo è ottimo e fuori c’è un cartello che indica l’orario in cui sarà pronto.

scorcio di Venezia

SHOPPING

Le Mercerie sono la principale arteria commerciale della città di Venezia; si trovano nel sestiere di San Marco e collegano Piazza San Marco alla zona di Rialto. Lungo tutto il percorso delle Mercerie e negli immediati dintorni il pian terreno di tutti gli edifici da entrambi i lati è occupato pressoché esclusivamente da negozi che si susseguono con continuità.

A Murano scoprirete la magia del vetro e non riuscirete a tirarvi indietro dall’acquistare anche solo un piccolo animaletto in vetro, ma anche una collezione completa di bicchieri, un orologio da muro, un lampadario.. qualunque oggetto visto attraverso il materiale per eccellenza di Murano e i suoi colori e grazie alla lavorazione dei maestri veneziani, acquista un valore unico.

Consiglio di passare a trovare anche solo per sbirciare il suo laboratorio, Mastro Emanuele (www.mosaiciveneziani.com), creatore di mosaici, specchi, quadri e mattonelle, dai colori e dai materiali preziosi. Fatevi raccontare la storia delle loro famiglia e la loro filosofia di vita, ne rimarrete stregati.

Gondola a Venezia

3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *