A spasso con Babi Buon viaggio

Viversi il momento: PARIGI

Parigi

Alzi la mano chi non ha mai sognato di passare un week-end a Parigi, completo di tutti i clichè e fantasie romantiche annesse. Noi della redazione siamo andati per una toccata e fuga di due giorni a testare, per voi, alcuni ristoranti, a passeggiare lungo la Senna, farci ritrarre dagli artisti di Montmartre e oui! a respirare l'aria parigina. Ecco dove siamo stati!

DOVE DORMIRE

Partiamo da una certezza: Airbnb. Per gli ultimi viaggi ci siamo sempre affidati a questo ormai conosciutissimo, portale. L'importante, avendo non molto tempo a disposizione, era la comodità della zona dove scegliere la stanza. E così è stato: a casa di Franck siamo stati accolti benissimo, appartamento pulitissimo (sususu, in cima a sei piani di scale, rigorosamente senza ascensore), vicino alla metropolitana, a due passi da Montmartre. Inoltre soggiornare da persone del luogo, si sa, poi, ha i suoi vantaggi!

Parigi
Parigi
Parigi

A SPASSO

Tour Eiffel: simbolo della capitale francese, molto amato ma anche spesso criticato, vanta milioni di visitatori ogni anno. La sua vista, personalmente, mi emoziona sempre, in qualsiasi stagione, di giorno, di notte. Salirci almeno una volta è obbligatorio, qualsiasi città andrebbe vista dall'alto almeno una volta, se poi si parla di Parigi..!

Arc de Triomphe, Champs Elysees, Louvre: godetevi questa città a piedi, passeggiando con calma. Dopo la visita alla Torre Eiffel, camminate lungo gli Champs Elysees, salite sull'Arco di Trionfo e, se avete voglia, tempo e testa, entrate ed ammirate le opere esposte al Louvre.

Quartiere Latino: passeggiate ed entrate nei localini di questo quartiere, giovane e vivace, dai caffè moderni e aperti fino a tarda notte. Godetevi la Senna, se potete, prendete uno dei battelli che propongono i tour della capitale visti dall'acqua.

Montemartre, Sacro Cuore: romantico, unico, dall'irriverenza artistica. Ecco uno dei quartieri da cui potrete godere una vista magnifica, sia di giorno che di sera, dove perdersi tra le stradine, acquistare opere degli artisti locali e gustare crepes. Il quartiere che ha conosciuto Picasso e Van Gogh, conserva tutto il suo antico fascino.

E ancora... Notre-Dame, la Reggia di Versailles, Centre Pompidou e, perchè no, un salto a Disneyland Paris!

Parigi
Parigi
Parigi
Parigi
Parigi
Parigi
Parigi

MANGIARE&BERE

La colazione locale deve essere rigorosamente con caffè, spremuta d'arancia, i famosi pain au chocolat e i classici croissant. Mangiati in loco hanno tutt'altro gusto, soprattutto se ve li gustate di fronte alla Torre Eiffel o con la vista della capitale francese ai vostri piedi.

Parigi

A pranzo siamo stati da Le Potager du Marais, ristorante vegano di alta qualità. Zona centrale, posticino piccino e accogliente, cibo curato. Abbiamo ordinato le gallette bretonnes (crepes di grano saraceno), buone e leggere; oltre che un'ottima zuppa di cipolle (non chiedetemi perchè, ma quando vado all'estero la ordino sempre!). Consigliatissimo! Il prezzo vale la qualità.

Parigi
Parigi
Parigi
Parigi

Il secondo giorno siamo andati nel quartiere ebraico, e dopo aver letto molto su questo locale, siamo andati diretti verso L'As du Fallafel. Fortunatamente siamo arrivati in tempo per evitare tutta la coda che si è formata all'ora di punta: l'attesa vale sicuramente i buonissimi fallafel con l'ottimo hummus che ci hanno servito. Il servizio è rapido e un pò confusionario nella ressa, ma è da provare assolutamente.

Parigi
Parigi
Parigi
Parigi

Parigi è da vivere camminando, entrando nei classici caffè, dove degustare un caffè caldo, formaggi locali abbinati a marmellate e miele, spulciare antiche librerie e assaggiare i famosi macarons! (rigorosamente da Ladurée).

Parigi
Parigi
Parigi
Parigi

A cena: siamo stati da Candelaria, localino "assurdo", cibo messicano, margarita buonissimi serviti come se fossero granite, bella gente e musica. Il posto è piccolissimo, con soffitti bassi, ci si può fermare al bancone a mangiare tacos (io li ho provati alla zucca) e chips e guacamole, oppure proseguire nella sala successiva, riservata ai drink.

Parigi
Parigi
Parigi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *